Studia Humanitatis - παιδεία

Charles August Mengin, Sappho. Olio su tela, 1877. Manchester Art Gallery. Charles August Mengin, Sappho. Olio su tela, 1877. Manchester Art Gallery.

Il dialetto eolico, parlato dalla stirpe degli Eoli, è un importante sottogruppo linguistico del greco classico. Esso era diffuso in Tessaglia, in Beozia, in alcune delle isole greche dell’Egeo settentrionale, fra le quali la più importante sul piano economico e culturale era Lesbo, e nella regione dell’Asia minore occidentale nota come Eolide, di più antica colonizzazione (ca. X secolo a.C.).
Per quanto concerne la fonetica di questo idioma, la caratteristica sua principale della grande famiglia eolica è il cosiddetto fenomeno della psilosi (< ψιλόω «io spoglio», ψιλός «spoglio, nudo, tenue»), che in linguistica indica il processo di scomparsa dell’aspirazione iniziale (indicata dallo spirito aspro, ҅ ). Nei dialetti eolici è un fenomeno regolare e totale (cioè senza eccezioni); ad esempio, l’att. ἵππος, in eol. dà ἴππος «cavallo» (il cui suono iniziale presenta uno spirito dolce, ҆ ). Il verbo…

Ver la entrada original 1.250 palabras más

Anuncios